Quel mondo classico che svela l’inganno nascosto nelle parole

Posted on Posted in #latinlover, Parole, Raro simul hominibus

di Ivano Dionigi, tratto da “La Repubblica” (23 gennaio 2017) Novum per i classici era sempre qualcosa di dirompente e traumatico: “nova” la terra che gli Argonauti cercavano con la loro spedizione sacrilega; “novus” l’uomo che per primo nella propria famiglia ricopriva una magistratura; “nova” la religione cristiana che in nome della fede interiore rifiutava i riti esteriori della “religio civilis”. Quale è il nostro “novum”? Non quello che campeggia su […]

Ubi fera sunt

Posted on Posted in #latinlover, Parole, Raro simul hominibus

Introducendo la sua traduzione del “Rebilius Cruso”, Francis William Newman scriveva che più l’insegnamento del latino si era fatto scientifico meno era diventato efficace, avendo parcellizzato il corpus letterario in una miriade di frasi di utilità puramente didattica. Poi, ovvio, c’era anche il problema del tenore dei testi proposti agli scolari: storiografia classica, descrizioni etnografiche di nulla utilità, favole e apologhi morali piuttosto frusti. Di qui l’idea di tradurre in latino un […]

Amore mio antico

Posted on Posted in #latinlover, Parole, Raro simul hominibus

Non è stato amore a prima vista. Piuttosto, un sentimento cresciuto col tempo, temprato dalle difficoltà, corrisposto solo in età adulta. Il mio primo incontro con il latino è avvenuto in terza media, quando l’istituto Leonardo Da Vinci decise di attivare un corso propedeutico agli studi liceali, che dopo la licenza media avrei senz’altro intrapreso per avere una concreta chance di promozione sociale. Si trattava di un paio d’ore a settimana, di pomeriggio, c’era un […]

Una cosa inutile e imprescindibile che ho ricominciato a fare

Posted on Posted in #latinlover, Parole, Raro simul hominibus

Lo scorso inverno, riordinando alcuni documenti, mi è capitato tra le mani un foglio contenente il riepilogo dei miei esami universitari. Elencati sinteticamente c’erano tutti i corsi frequentati e il relativo voto (non la data della prova, peccato). E’ stato come essere buttati in piscina a tradimento. La prima cosa che ho pensato è stata: cielo, quanto tempo sprecato! Ho messo il foglio da parte e sono passato ad altro. Tempo […]

Letture 2016

Posted on Posted in Letture, Parole

Ecco l’elenco dei romanzi che ho letto lo scorso anno: In fuga con la zia, Miriam Toews, Marcos y Marcos* Un tipo a posto, Miriam Toews, Marcos y Marcos* An abundance of Katherines, John Green (ebook) My name i sLucy Barton, Elizabeth Strout (ebook) The fault in our stars, John Green (ebook) Libertà, Jonathan Franzen, Einaudi* Bambini nel tempo, Ian McEwan, Einaudi Mi chiamo Irma Voth, Miriamo Toews, Marcos y […]

Omaggio a Italo Calvino

Posted on Posted in Parole

60 ANNI FA LA PUBBLICAZIONE DE “LE FIABE ITALIANE” SABATO 14 MAGGIO 2016 – ORE 16,30 FESTIVAL DEL VERDE E DEL PAESAGGIO – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA VIA LE CORBUSIER – ROMA Nella sua lunga introduzione alla raccolta di fiabe italiane, da lui curata ed uscita per Einaudi nel 1956, ormai sessanta anni fa, Italo Calvino sente quasi l’obbligo di giustificarsi. Quel suo occuparsi di fiabe e storie popolari può sembrare quasi una […]

Letture 2015

Posted on Posted in Parole

Ecco, senza un ordine rigoroso, l’elenco dei libri che ho letto nel corso del 2015. Nadia Terranova, Gli anni al contrario, Einaudi. Jonathan Franzen, Le correzioni, Einaudi. Charles d’Ambrosio, Il suo vero nome, Minimum Fax. Mary Miller, Last days of California, Edizioni Clichy. David Means, Episodi incendiari assortiti, Minimum Fax. Ben Lerner, Nel mondo a venire, Sellerio. Karen Joy Fowler, Jane Austen Book Club, Neri Pozza. Miriam Toews, Un complicato […]

La tangibile tristezza di Stoner

Posted on Posted in Parole

Lo so, arrivo tardi, tardissimo. Di “Stoner”, che l’abbiate letto o meno, saprete già tutto. Vita, morte e miracoli. Vita e morte ce le ha raccontate magistralmente John Williams in un romanzo che, come è stato giustamente fatto notare, è già un piccolo classico. I miracoli sono invece quelli della sua curiosa storia editoriale: pubblicato in prima edizione nel 1965, vendette duemila copie, per poi essere ripubblicato più volte, e […]

Del non guardare la TV

Posted on Posted in Parole

Recentemente, ad una presentazione del romanzo, mi è stato chiesto in quali circostanze ho cominciato a scrivere. E’ una domanda che mi è stata fatta spesso, d’obbligo per uno scrittore esordiente. La risposta breve è: leggendo di più. La risposta lunga è… un po’ più lunga. Vediamo un po’. Nel 2005 possedevo un Sony Trinitron 32 pollici ereditato da mia nonna. Era un televisore piuttosto costoso, con qualche anno ma […]

L’isola di Nantucket. Scritture del sé e orizzonti lontani

Posted on Posted in Parole

​Qualche miglio al largo delle coste del Massachusetts c’è un’isola a forma di boomerang chiamata Nantucket. Con le sue colorate case di legno col portico, il porticciolo turistico, i vecchi fari restaurati e dichiarati monumento nazionale e il piccolo aeroporto per ultraleggeri, è la classica isola del New England, deserta d’inverno e affollata d’estate, con in più un’altissima concentrazione di edifici antecedenti alla guerra civile e alcune tra le proprietà […]